Gruppi di Lavoro

Assobiotec opera attraverso i Gruppi di Lavoro (GdL), ognuno dei quali è impegnato su temi specifici.

Area Salute

I Gruppi di Lavoro presenti all’interno di quest’area rappresentano le imprese associate attive nel campo farmaceutico. Tutelare lo sviluppo dell’innovazione che si fa prodotto, garantire un migliore accesso al mercato per i farmaci biotech che offrono nuovi trattamenti, contribuire allo sviluppo di un environment favorevole alla ricerca clinica così come dare avvio a una nuova governance del settore farmaceutico sono solo alcuni degli obiettivi sui quali si concentra la strategia di rappresentanza condivisa.
Priorità portate avanti dall’associazione attraverso un’intensa attività di relazioni con le istituzioni, nazionali e regionali, e con gli organismi europei senza tralasciare gli scambi e le collaborazioni con organizzazioni imprenditoriali, istituti scientifici e associazioni di pazienti e di consumatori. 

Sempre nell'area della salute opera anche il Gruppo di Lavoro Biobanche costituito dalle imprese associate operanti nel settore della conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale. Il gruppo si pone come obiettivi la regolamentazione del mercato, la promozione di una corretta informazione, la sensibilizzazione delle istituzioni sul tema della carenza di cordoni ombelicali conservati in Italia e della collaborazione pubblico-privato per ottimizzare la qualità del servizio di conservazione e donazione delle cellule staminali del cordone ombelicale.

                                                         


 

Area Agroalimentare

Il Gruppo di Lavoro Agrobiotecnologie/GBE è costituito dalle imprese associate che operano nel campo della sperimentazione e dello sviluppo di nuove tecnologie genetiche, nella convinzione che le biotecnologie applicate all’agricoltura possano portare a forme di produzione sostenibili dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. L'impegno del Gruppo di Lavoro è quello di creare un ambiente favorevole al rilancio dell'innovazione in agricoltura con particolare attenzione ai processi di autorizzazione e importazione dei prodotti geneticamente migliorati, alle nuove tecniche di miglioramento genetico e alla protezione della Proprietà intellettuale. 

                                                       


 

Area Bioeconomia

Il Gruppo di Lavoro Biotecnologie Industriali è costituito dalle imprese associate attive nel campo ambientale, agro-alimentare, cosmetico, energetico e dei processi industriali che impiegano risorse biologiche. Il suo obiettivo è favorire lo sviluppo della cosiddetta bioeconomia nel nostro Paese, ovvero di quella economia che impiega le risorse biologiche, provenienti dalla terra e dal mare, così come i rifiuti, per la produzione alimentare, mangimistica, energetica e industriale. Un piano nazionale italiano per la bioeconomia, appalti pubblici verdi, etichettatura e standardizzazione per i bio prodotti, mappatura della disponibilità di biomassa in Italia, supporto alla R&S e al Trasferimento Tecnologico nell’area delle biotecnologie industriali sono i principali ambiti sui quali si concentra l’azione associativa in quest’area.

      


 

Area Piccole e Medie Imprese

Il Gruppo di Lavoro PMI e Start-up ha l’obiettivo di valorizzare il tessuto industriale di cui fanno parte queste realtà a sostegno dell’innovazione e dello sviluppo tecnologico. L’impegno del gruppo riguarda il miglioramento del quadro normativo italiano in materia di finanziamenti pubblici, privati e misti alle imprese e di agevolazioni fiscali, quali un credito di imposta stabile e l’introduzione di strumenti come il Patent Box. Il gruppo sostiene inoltre l’internazionalizzazione delle PMI italiane e promuove il BioInItaly Investment Forum, un evento di incontro tra PMI ed investitori.

                     

​Il Gruppo di Lavoro Italian Bioparks, costituito in sinergia con APSTI (Associazione Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani), riunisce i Parchi Scientifici e Tecnologici e gli incubatori attivi nel campo delle biotecnologie con l'obiettivo di fare rete e rappresentare gli interessi di quelli che oggi sono a tutti gli effetti centri di innovazione diffusa sul territorio italiano.