Parchi scientifici e tecnologici

I parchi scientifici e tecnologici (PST) stanno svolgendo un ruolo sempre più importante nel processo di sviluppo delle biotecnologie, soprattutto in una fase molto delicata come quella del technology transfer, quando cioè i risultati della ricerca scientifica prendono la strada di una qualche applicabilità industriale. 

La localizzazione presso un incubatore di impresa o all’interno di un parco scientifico è spesso l’unica opportunità di nascita e crescita per un’attività imprenditoriale nel settore biotech per una serie di motivi fra cui spiccano sicuramente la disponibilità di strumenti finanziari e la necessità di confrontarsi con un mercato globale. In questo senso i PST, al di là dell’offerta localizzativa, sono in grado di dare risposte concrete anche tramite l’attrazione del seed financing necessario a sostenere le attività delle nuove imprese nei primi anni di vita e permettendo l’accesso, fin dall’inizio, ad un network nazionale e internazionale di operatori del settore. 

In questo ruolo di mediazione nelle attività di trasferimento tecnologico, i PST godono di una posizione privilegiata nel monitoraggio di quanto accade nel mondo delle imprese biotech piccole e grandi e rappresentano quindi un patrimonio di esperienza e informazioni utili nel momento in cui si cercano di affrontare problematiche comuni alle imprese impegnate nella ricerca e sviluppo di nuovi prodotti a contenuto biotecnologico.
La rete dei parchi italiani svolge, dunque, un ruolo fondamentale nella creazione di innovazione e rappresenta un punto di riferimento importante per lo sviluppo delle industrie del comparto delle biotecnologie.
In Italia, i principali parchi biotech si trovano concentrati nel Nord: in Lombardia si trovano l’Insubrias Biopark di Gerenzano e il Parco Tecnologico Padano di Lodi, attivi il primo in campo bio-medico, il secondo nell’area cosiddetta green, occupandosi di prodotti caseari e delle innovazioni genetiche per la riproduzione di specie animali. In Piemonte, nella zona di Ivrea, è localizzato il BioIndustry Park Silvano Fumero. Nel Nordest, infine, si trovano l’Area Science Park di Trieste e il Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia.
Significativa è anche la presenza di PST in altre zone d’Italia, tra cui la Toscana, dove opera il Toscana Life Sciences, la Campania, dove si trova Technapoli, il Parco che ospita il TIGEM - Telethon Institute of Genetics and Medicine, la Sicilia, con il Parcp Scientifico e Tecnologico della Sicilia e la Sardegna, con Sardegna Ricerche.

Per saperne di più:
 

Italian BioParks
 
APSTI - Associazione Parchi Scientifici Tecnologici Italiani
 
IASP - International Association of Science Parks

Italia bioparchi Assobiotec

Responsabile Associati