Biotech.com Newsletter

Le ultime notizie dal mondo delle biotecnologie italiane

N.3_2018/ BIOTECH NEWSLETTER

22 mar, 2018

Dallo studio dei danni dei raggi solari un possibile nuovo approccio per trattare i tumori: uno studio dell’Università Statale di Milano identifica una famiglia di proteine che aiuta la riparazione del DNA
L’esposizione ai raggi solari e ad alcuni agenti chimico‐fisici, ad esempio diversi chemioterapici, danneggia il nostro DNA distorcendo la doppia elica. Da tempo si è osservato che in seguito a queste esposizioni le cellule accumulano rotture del DNA che causano alterazioni della struttura dei cromosomi e possono portare allo sviluppo di tumori oppure a morte cellulare, ma l’origine di tali rotture restava ad oggi sconosciuta. Il gruppo di Sarah Sertic e Marco Muzi Falconi dell’Università Statale di Milano, grazie al sostegno di AIRC, ha studiato i meccanismi molecolari della riparazione dei cromosomi e ha identificato come le cellule rispondono a un tipo di danni al DNA molto pericoloso, chiamato in inglese “closely opposing lesions” (COLs). Queste lesioni non sono riparabili in modo rapido ed efficiente dai normali meccanismi di riparazione del DNA e vengono aggredite da una proteina specifica, EXO1, che comincia a degradare il cromosoma. L’articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista Molecular Cell identifica una famiglia di proteine, le DNA polimerasi translesione, che, limitando l’attività di EXO1, fanno sì che le cellule riescano a riparare le COLs senza accumulare rotture cromosomiche, prevenendo così la morte cellulare e l’instabilità genomica. Per maggiori informazioni: www.unimi.it/cataloghi/ufficio_stampa/cs%20muzi%20falconi.pdf


Medicina mitocondriale: identificata una proteina bersaglio delle malattie metaboliche
La rivista EMBO Reports pubblica una ricerca coordinata dal dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari dell’Università Statale di Milano, che assegna il ruolo di regolatore mitocondriale a una proteina poco conosciuta. I mitocondri sono organelli intracellulari deputati principalmente alla produzione di energia, pertanto il loro corretto funzionamento è fondamentale per le cellule per svolgere funzioni essenziali. Le patologie associate a questi organelli possono essere causate da mutazioni acquisite o ereditarie del DNA e sono caratterizzate da mitocondri disfunzionali. In questo studio i ricercatori, utilizzando approcci genomici, metabolomici, proteomici e funzionali, hanno identificato Zc3h10 come nuovo regolatore della funzionalità mitocondriale. Per maggiori informazioni: http://www.unimi.it/cataloghi/ufficio_stampa/CS%20mitocondri.pdf


Il batterio che diventa bio-factory di nano-cristalli ad alta conduzione elettrica
Si chiama Rhodococcus aetherivorans ed è in grado di trasformare un composto tossico – il tellurito di potassio – in nano-cristalli, dimostrandosi utile per applicazioni biotecnologiche. La scoperta nasce da una collaborazione tra il laboratorio Unibo di Microbiologia Generale e Applicata e il laboratorio di Biochimica Microbica della Calgary University. Già isolato e caratterizzato nel 2006 all’Università di Bologna, il batterio Rhodococcus aetherivorans è un microrganismo noto per la sua capacità di degradare una vasta gamma di inquinanti. Il suo genoma è stato sequenziato nel 2013. Per maggiori informazioni: http://www.magazine.unibo.it/archivio/2018/03/13/il-batterio-che-diventa-bio-factory-di-nano-cristalli-ad-alta-conduzione-elettrica


IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, Università Statale Di Milano e Scuola Superiore S. Anna: i nuovi elettrodi tatuabili sul corpo con inchiostri biocompatibili
Il team di ricerca del centro IIT di Pontedera, insieme al gruppo di ricerca dell’Università degli Studi di Milano e al team della Scuola Superiore S. Anna di Pisa, hanno implementato la tecnica attraverso la quale è possibile stampare elettrodi direttamente sulla carta dei tatuaggi trasferibili, mediante stampante a getto di inchiostro che utilizza inchiostri in grado di condurre l’elettricità, organici e compatibili con la pelle. Lo studio, pubblicato sulla rivista internazionale Advanced Science, permette di compiere grandi passi avanti in diverse tecniche di elettrofisiologia usate frequentemente come l’elettromiografia e l’elettrocardiografia. Per maggiori informazioni: http://www.unimi.it/cataloghi/ufficio_stampa/CS%20elettrodi%20tatuabili.pdf


APPUNTAMENTI


Primo Aperitivo Biotech 2018
Il prossimo mercoledì 11 aprile a partire dalle 18.30 a Milano avrà luogo il primo Aperitivo Biotech 2018 sul tema Immunooncology & CAR-T. Questo appuntamento è organizzato dalla nostra associazione in collaborazione con Labiotech, digital media dell’industria biotech europea (https://labiotech.eu/). Speaker dell’evento saranno Graziano Seghezzi, Managing Partner di Sofinnova, e Riccardo Palmisano, Presidente di Assobiotec e Ceo di MolMed. Per partecipare è necessario effettuare una registrazione attraverso la piattaforma MeetUp: http://bit.ly/RegistrazioneAperitivoBiotech


BioInItaly Investment Forum 2018 & Intesa Sanpaolo Start-Up Initiative
Assobiotec e Intesa Sanpaolo presentano l’edizione 2018 della StartUp Initiative / BioInItaly Investment Forum, che si terrà i prossimi 4 e 5 aprile presso la Sala Convegni di Intesa Sanpaolo in Piazza Belgioioso 1 a Milano. Nel corso delle due giornate, startup selezionate da un panel di coach ed esperti presenteranno i loro progetti a investitori, aziende e operatori dell'ecosistema dell'innovazione: il 4 aprile sarà dedicato a Red, Green e White Biotechnology; il 5 aprile sarà dedicato a Healthcare, Medical Devices, E-Health. BioInItaly è dal 2008 l’investment forum di riferimento per l'innovazione nelle biotecnologie e life sciences in Italia. L'edizione 2018 è organizzata in partnership con Fondazione Filarete, SPRING (il cluster nazionale della chimica verde), Lazio Innova, Assobiomedica, Novartis Oncology e Bird & Bird. I lavori si svolgeranno in lingua inglese, con un servizio di traduzione simultanea. Per maggiori informazioni: bioinitaly.assobiotec@federchimica.it, http://bit.ly/2FXd6I8.