Biotech.com Newsletter

Le ultime notizie dal mondo delle biotecnologie italiane

N.5_2018/ BIOTECH NEWSLETTER

09 mag, 2018

RED BIOTECH

Malattie neurodegenerative: un nuovo farmaco blocca la progressione della CNL2 
Era una patologia rara senza terapia. Ma oggi la ceriodolipofuscinosi neuronale di tipo 2 (CLN2), malattia degenerativa che porta alla distruzione del sistema nervoso centrale dei bambini, può essere bloccata da un nuovo farmaco che rimpiazza l'enzima di cui questi pazienti sono carenti. La sperimentazione della terapia è stata condotta su 23 bambini in 4 diversi Centri internazionali, tra cui l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù per l'Italia. I risultati che ne documentano l'efficacia sono stati appena pubblicati sulla rivista scientifica New England Journal of Medicine.
Lo studio, durato 3 anni, ha coinvolto in fase 1 (prima somministrazione di un farmaco negli umani) 23 bambini di varie nazionalità affetti da CLN2 allo stadio iniziale-intermedio. A tutti i bambini dello studio è stato infuso, direttamente a livello cerebrale, il farmaco contenente un principio attivo, chiamato cerliponase alfa, che sostituisce l'enzima carente nelle persone colpite da CLN2. L'effetto della terapia è stato considerato clinicamente significativo: l'87% dei bambini che hanno completato il trial non ha, infatti, subìto il declino motorio e del linguaggio atteso nella naturale evoluzione della patologia. Per maggiori informazioni: http://www.ospedalebambinogesu.it/terapia-cln2-malattie-neurodegenerative#.WvAcj1K7qpY

Scoperte le basi molecolari della tossicità di una proteina che causa amiloidosi, manifestazione comune anche per Alzheimer e Parkinson
Uno studio, guidato dall’Università Statale di Milano e pubblicato su Nature Communications, chiarisce le basi molecolari di una grave e incurabile malattia genetica individuata nel 2012 causata da amiloidosi. Quest’ultimo è un fenomeno patologico che determina la perdita di struttura in una data proteina, con la formazione di fibre allungate e robuste (fibrille amiloidi), che si depositano nell’organismo con effetti nocivi per gli organi interessati e per la salute generale. La proteina beta-2 microglobulina mutata in posizione 76 perde la sua stabilità e aggrega formando vasti depositi di fibre amiloidi nei tessuti dei pazienti affetti (fegato, milza, reni, ghiandole salivari) causando problemi cronici di disfunzionalità intestinale ed elevato calo ponderale. Per maggiori informazioni: http://www.unimi.it/cataloghi/ufficio_stampa/CS%20Ricagno%20-%20amiloidosi.pdf

ENEA con Istituto Regina Elena per vaccini genetici contro tumori e malattie infettive 
Dalla collaborazione pluridecennale tra ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile e l’Istituto Nazionale Tumori “Regina Elena” di Roma nasce la piattaforma “Green Genetic Vaccine” (GGV): una strategia innovativa basata su due brevetti per la produzione rapida, sicura e a basso costo di vaccini genetici potenziati con sequenze di DNA vegetale. Queste innovazioni a effetto immuno-stimolante sono in grado di prevenire o curare patologie tumorali e malattie infettive, come quelle da Papillomavirus umano (HPV), SARS, Zika e influenza. I vaccini genetici sono stati già commercializzati in campo veterinario e numerosi studi clinici in fase avanzata stanno valutando nuove applicazioni per uso umano. Per maggiori informazioni: http://www.enea.it/it/Stampa/news/salute-enea-con-istituto-regina-elena-per-vaccini-genetici-contro-tumori-e-malattie-infettive

GREEN BIOTECH

Le nuove varietà di mele selezionate dall’Università di Bologna
Rosata, rossa e rugginosa: sono le nuove varietà di mele selezionate dai ricercatori dell'Università di Bologna. Gli ultimi test, appena conclusi, ne hanno certificato la qualità sia dal punto di vista organolettico che per la capacità di conservazione, senza dimenticare il tema della sostenibilità e del rispetto dell'ambiente.
Le mele Unibo sono nate da un processo di selezione portato avanti con tecniche tradizionali di incrocio da tre ricercatori del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell'Alma Mater: Roberto Gregori, Stefano Tartarini e Silviero Sansavini. Le tre migliori selezioni, la “rosata”, la “rossa” e la “rugginosa”, sono poi state testate in diverse aree di coltivazione italiane, sia in pianura, che in collina, che in montagna. Infine, con gli ultimi test, conclusi nelle scorse settimane, sono state realizzate prove di conservazione dei frutti in cella frigorifera.
Dalla consistenza della polpa, all'acidità, fino alla percentuale di zuccheri nel succo, le analisi hanno confermato la capacità delle tre mele Unibo di mantenere le principali caratteristiche organolettiche anche a distanza di vari mesi dalla raccolta. Per maggiori informazioni: http://www.magazine.unibo.it/archivio/2018/05/02/le-nuove-varieta-di-mele-unibo-qualita-conservabilita-e-sostenibilita

APPUNTAMENTI

Assemblea annuale Assobiotec mercoledì 16 maggio a Roma 
Mercoledì 16 maggio a Roma presso l'Hotel Nazionale si terrà l'Assemblea Assobiotec 2018. “Il futuro è già qui. Siamo pronti ad accoglierlo?” è il tema al centro del dibattito. Insieme ai protagonisti delle ultime innovazioni biotech, le istituzioni e la ricerca pubblica cercheremo di capire come trovare nuovi modelli di sostenibilità a supporto dell'innovazione. Per maggiori informazioni: http://assobiotec.federchimica.it/eventi/eventi-associativi/2018/05/16/default-calendar/assemblea-pubblica-assobiotec-2018
Per partecipare è necessario inviare la propria richiesta all’indirizzo e-mail: assobiotec@federchimica.it

Dal 24 al 30 settembre 2018 torna la Biotech Week
Dal 24 al 30 settembre 2018 torna la Biotech Week, una settimana di eventi e manifestazioni in tutta Europa per raccontare le biotecnologie e il ruolo chiave che hanno nella vita quotidiana di tutti noi. L'iniziativa, coordinata e promossa a livello nazionale da Assobiotec, prevede l'alternarsi, lungo tutto lo stivale, di una serie di appuntamenti: laboratori educativi, seminari, dibattiti pubblici, spettacoli, playdecide e porte aperte che offriranno la rara occasione di scoprire in prima persona il ruolo straordinario di queste tecnologie, leva strategica di sviluppo in tanti campi industriali e risposta concreta ad esigenze sempre più urgenti a livello di salute pubblica, cura dell'ambiente, agricoltura e alimentazione. Università, aziende, istituzioni, scuole, centri di ricerca, musei, parchi scientifici, fondazioni sono chiamate a partecipare all’evento, contribuendo alla realizzazione di un calendario ricco di iniziative. Per maggiori informazioni sulla manifestazione e per scaricare il modulo di adesione: http://bit.ly/2GL8G8B.