SI PARLA DI NOI - Su Sanità24 l'intervento Assobiotec su Dl Semplificazioni che recepisce accordo sul payback

SI PARLA DI NOI - Su Sanità24 l'intervento Assobiotec su Dl Semplificazioni che recepisce accordo sul payback

25 gennaio 2019 - Palmisano: «Chiusa pagina buia. Ora nuova governance garantisca ai pazienti italiani l’accesso all'innovazione»

Il Presidente Assobiotec interviene sulle pagine di Sanità24 a commento
dell'approvazione dell'emendamento Sileri (M5S) al Ddl di conversione del Dl Semplificazioni.

Queste le sue parole: 

"Con l'accordo sul payback si chiude una pagine buia che ha significato anni di contenziosi tra l'industria bio-farmaceutica e Aifa. L'auspicio è che si affronti ora anche il tema di una nuova governance della spesa farmaceutica che garantisca ai pazienti italiani l’accesso all'innovazione che la ricerca dell'industria mette a disposizione»

«L'attuale sistema basato sui due tetti e due fondi che non dialogano fra loro e fra i quali non sono previsti meccanismi di compensazione, porta da anni, infatti, a registrare uno strutturale sovra-finanziamento della spesa convenzionata e un cronico sotto-finanziamento di quella diretta, dove peraltro arriva la maggior parte dell’innovazione, in larga misura di natura biotecnologica, e dove certamente abbiamo il più elevato livello di appropriatezza dell’intera spesa sanitaria».

«Il monitoraggio della spesa farmaceutica appena pubblicato da Aifa conferma che, già nel 2017 si registrava un risparmio di quasi mezzo milione nella spesa convenzionata, mentre la diretta era largamente superiore a un tetto di spesa palesemente e notoriamente inadeguato. Gli effetti di una simile governance sono evidenti, con risorse allocate in maniera asimmetrica, prodotti ospedalieri non sufficientemente finanziati e aziende che da settembre-ottobre cominciano a dover coprire internamente il costo dei prodotti che sono obbligate a fornire per soddisfare il fabbisogno dei pazienti».

«Andando avanti così il rischio è che diversi nuovi prodotti non arrivino mai ai pazienti italiani. Anche a parità di risorse una compensazione tra i tetti e altre misure che più volte abbiamo proposto potrebbero quantomeno migliorare la situazione. Ma perché questo accada ci sarebbe bisogno di aprire un dialogo vero e non solo formale, pur nel rispetto dei rispettivi ruoli, con le imprese del settore. Ed è quello che come rappresentanti dell'industria biotech nazionale chiediamo ancora una volta al Ministro della Salute».

Fonte: http://bit.ly/DLSemplificazioni

Dove siamo

20149 Milano
Via Giovanni da Procida, 11
Visualizza mappa 
Tel. +39 02.34565.1
Fax. +39 02.34565.310
Segreteria Assobiotec
Tel. 02 34565.383
assobiotec@federchimica.it